cultoemedia

 

         
cultoemedia
cultoemedia
cultoemedia
cultoemedia
 
 
 

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE CULTOR MEDIA
Capitolo I
DENOMINAZIONE, OGGETTO, DOMICILIO:

Articolo 1. Con la denominazione di ASSOCIAZIONE CULTOR MEDIA si costituisce una entitá nel rispetto della Legge spagnola nº 1 del 22 marzo 2002 e norme complementarie, con capacitá giuridica e con la piú ampia capacitá di operare. Tale entitá non ha scopo di lucro.
Articolo 2. L'associazione si costituisce per un tempo indeterminato.
Articolo 3. L'Associazione Cultor Media, esclusa ogni finalità di lucro, ha come oggetto: promuovere la creazione, la valorizzazione e la diffusione di contenuti culturali e scientifici di qualità per la comunicazione nell'ambito audiovisivo, multimediale, artistico, così come nei media tradizionali con l'intenzione di promuovere la crescita personale e sociale e il miglioramento della qualità della vita.
Libertà, creatività e responsabilità sono i valori fondamentali per attivare tale progetto: la creatività invita a vivere da protagonista e non da spettatore, la libertà si rivela di conseguenza, la responsabilità è il limite indispensabile.
L'Associazione vuole essere un incentivo per la comunità artistica, professionale, scientifica nella prospettiva di una dinamica dell'informazione più attenta, piú sensibile, piú intensa nei riguardi dello spettatore-persona, dell'utente-cittadino e si impegna nell'ideare, diffondere e gestire a livello locale nazionale e internazionale progetti di comunicazione che contribuiscano a diffondere una cultura ecologica ed a favorire l'adozione di stili di vita più sostenibili.
L'Associazione promuove la formazione etica, estetica e professionale di giovani esperti di linguaggi artistici, cinema e multimedialità, una “palestra” di dibattito, di confronto e di iniziative per l'educazione del pubblico, la nascita di nuovi talenti e la crescita della persona.
L'Associazione promuove la creazione, l'organizzazione e lo sviluppo di progetti culturali in tutti gli ambiti per la realizzazione di interscambi concreti, in particolare tra Italia e Spagna.
L'Associazione promuove l'educazione all'immagine e alla comunicazione multimediale nelle scuole pubbliche e private di ogni ordine e grado, in particolare nelle scuole italiane in Spagna.
Tenendo conto che in particolare il linguaggio audiovisivo tende a diventare dominante rispetto a quello verbale e scritto e che l'intelligenza sequenziale, propria della lingua parlata e scritta, perde terreno nelle giovani generazioni a vantaggio dell'intelligenza simultanea, propria della fruizione audiovisiva, la proposta didattica si basa su un dialogo continuo tra questi due differenti linguaggi e tra i due mondi che essi definiscono.
L'Associazione studia e promuove l'educazione all'utilizzo consapevole e maturo delle nuove teconologie di comunicazione virtuali interattive.
Articolo 4. A tal fine l'Associazione si propone di:
•  curare e organizzare seminari sulle arti visive e laboratori di scrittura per il cinema, la televisione e il teatro;
•  realizzare progetti per la creazione di contenuti per le nuove tecnologie di comunicazione virtuali e interattive;
•  svolgere la funzione di supporto, sia organizzativo che tecnico, per la pre-produzione, la realizzazione e la diffusione di opere audiovisive, la ricerca di location per il cinema, la fotografia e lo spettacolo;
•  costituire un catalogo di contenuti su vari supporti al fine di renderli disponibili al pubblico grazie alla circuitazione/distribuzione in piccole sale cinematografiche, sale video di associazioni, scuole, rassegne, spazi di comunità etc.;
•  promuovere l'azione di organismi, enti o società come strumento per il raggiungimento degli scopi sociali, nonché aderire e/o partecipare ad organismi, enti o società che perseguano obiettivi compatibili con quello dell'Associazione;
•  svolgere attività di studi e ricerca, nonché raccogliere ed elaborare informazioni e dati relativi al settore artistico, audiovisivo e della comunicazione anche dotandosi di propri strumenti di informazione e divulgazione;
•  organizzare manifestazioni pubbliche, iniziative culturali, workshop e incontri professionali, interventi su media cartacei, radiotelevisivi e informatici, campagne di informazione e comunicazione come strumenti atti al raggiungimento degli scopi sociali;
•  sostenere l'innovazione tecnologica per il sostegno ed il rafforzamento delle capacità creative, scientifiche ed economiche atte al raggiungimento degli scopi sociali in particolare nel settore audiovisivo e multimediale;
•  svolgere un'azione di promozione e di pubbliche relazioni orientata allo sviluppo delle attività dell'Associazione, onde realizzare un costante coordinamento ed un'efficace sinergia con enti, istituzioni ed associazioni in particolare che operano negli stati membri dell'Unione Europea;
•  promuovere l'organizzazione diretta e/o indiretta di corsi, laboratori, percorsi didattici per docenti, genitori e alunni sulla lettura delle opere d'arte, sul linguaggio audiovisivo e multimediale. Le attività formative si possono intrecciare trasversalmente con i vari contenuti didattici - dalla letteratura alla storia, dall'arte alla filosofia alle materie scientifiche – e si possono integrare con percorsi interdisciplinari su tematiche multiculturali. La metodologia utilizzata propone agli alunni delle strategie di comunicazione, mettendoli anche in grado di realizzare prodotti audiovisivi propri (fiction, spot, documentari, animazioni ecc.). A questo fine l'Associazione mette a disposizione le attrezzature e i mezzi necessari alla eventuale realizzazione di prodotti audiovisivi;
•  offrire un servizio di consulenze per bibliografie, filmografie, rassegne monografiche e a tema e l'organizzazione di biblioteche, videoteche e mediateche specializzate;
•  gestire, catalogare, promuovere e valorizzare immagini, fotografie, opere audiovisive o multimediali;
•  creare portali e siti Internet come strumenti di espressione, di comunicazione e di scambio e forum di dibattito per lo sviluppo di “comunità” on line.
Articolo 5 . L'Associazione stabilisce il proprio domicilio sociale in Via Camelias nº 24, bajos, a Barcellona, C.P. 08024 e l'ambito territoriale nel quale verranno principalmente realizzate le sue attivitá comprende tutto il territorio dello Stato Spagnolo.

CAPITOLO II
ORGANO DI RAPPRESENTANZA

Articolo 6 . L'Associazione sará gestita e rappresentata da una Consiglio d'Amministrazione formato da: un Presidente, un Vicepresidente, un Segretario, un Tesoriere e un massimo di 3 consiglieri.
Tutte le cariche sociali del Consiglio d'Amministrazione saranno non retribuite. I suoi componenti saranno designati e revocati dall'Assemblea Generale Straordinaria e il mandato avrà una durata di 4 anni.
Articolo 7 . I componenti del Consiglio d'Amministrazione potranno essere revocati per rinuncia volontaria comunicata per iscritto, per inadempimento dei compiti affidatigli e per scadenza del mandato.
Articolo 8 . I membri del Consiglio d'Amministrazione una volta scaduto il mandato per il quale furono eletti continuaranno in carica fino alla loro sostituzione.
Articolo 9 . Il Consiglio d'Amministrazione si riunirà su convocazione del Presidente o per iniziativa di almeno il 50% dei suoi membri. La seduta sarà leggittimamente costituita quando sono presenti la metà più uno dei membri. Le deliberazioni dovranno essere prese per maggioranza semplice dei voti. Nel caso di risultato paritario, il voto del Presidente sarà decisivo.
Articolo 10 . Attribuzioni del Consiglio d'Amministrazione: le facoltà del Consiglio d'Amministrazione si estenderanno con carattere generale a tutti gli atti propri dell'Associazione, sempre che non richiedano, secondo questo Statuto, l'autorizzazione dell‘Assemblea Generale.
Sono attribuzioni specifiche del Consiglio d'Amministrazione:
a) Dirigire le attività sociali, la gestione economica e amministrativa dell'associazione, realizzando i contratti e gli atti opportuni.
b) Dare esecuzione alle decisioni dell'Assemblea Generale.
c) Redigere e sottomettere all'approvazione dell'Assemblea Generale i Bilanci e i Conti annuali.
d) Deliberare sull'ammissione di nuovi soci.
e) Nominare delegati per specifiche attività dell'Associazione.
f) Qualsiasi altra facoltà che non sia di esclusiva competenza dell'Assemblea
Generale dei soci.
Articolo 11. Il Presidente avrá le seguenti attribuzioni:
•  rappresentare legalmente l'Associazione davanti qualsiasi organismo pubblico o privato;
•  convocare, presiedere e sciogliere le sessioni dell'Assemblea Generale e del Consiglio d'Amministrazione, cosí come dirigere le deliberazioni di entrambe;
•  ordinare pagamenti e autorizzare con la sua firma documenti, atti e la corrispondenza;
•  adottare qualsiasi misura urgente in beneficio del buon funzionamento dell'Associazione salvo comunque renderne conto posteriormente al Consiglio d'Amministrazione.
Il Presidente sará eletto dall'Assemblea Generale tra una rosa di 3 candidati proposti dal Consiglio Generale.
Articolo 12. Il Vicepresidente sostituirá il Presidente in assenza di quest'ultimo, con le stesse attribuzioni.
Articolo 13. Il Segretario dirigerá i lavori puramente amministrativi dell'Associazione, rilascerá certificati, manterrá aggiornati i libri legalmente previsti dell'Associazione e il registro degli associati, custodierá i documenti dell'entitá e garantirá che vengano corsate le comunicazioni di convocazione del Consiglio d'Amministrazione e degli accordi sociali iscrivibili nei Registri corrispondenti cosí come la presentazione dei conti annuali e l'adempimento delle obbligazioni documentali previste dalla legge.
Articolo 14. Il Tesoriere raccoglierá e custodierá i fondi dell'Associazione ed esecuterá gli ordini di pagamento che rilascerá il Presidente.
Articolo 15. I Consiglieri avranno le obbligazioni proprie della loro carica in qualitá di membri del Consiglio d'Amministrazione cosí come quelle procedenti da deleghe o commissioni di lavoro che il Consilgio d'Amministrazione gli affidi.
Articolo 16. Le cariche che si renderanno vacanti nel corso del mandato dei membri del Consiglio d'Amministrazione saranno coperte provvisoriamente tra gli altri membri del Cda. fino ad elezione definitiva delle nuove cariche da parte dell'Assemblea Generale Straordinaria.

CAPITOLO III
ASSEMBLEA GENERALE

Articolo 17. L'Assemblea Generale è l'organo supremo di governo dell'Associazione ed è formata da tutti gli associati.
Articolo 18. Le riunioni dell'Assemblea Generale saranno ordinarie e straordinarie. L'ordinaria si celebrerá una volta all'anno, nei quattro mesi seguenti alla chiusura dell'esercizio. Quelle straordinarie si celebreranno quando le circostanze lo ritengano opportuno, a giudizio del Presidente, quando il Consiglio d'Amministrazione lo deliberi o quando lo propongano per iscritto almeno il 10 per cento degli associati.
Articolo 19. Le convocatorie delle assemblee generali si realizzeranno per iscritto precisando il luogo, giorno e ora della riunione cosí come l'ordine del giorno degli assunti da trattare. Tra la convocazione ed il giorno designato per la celebrazione dell'Assemblea in prima convocatoria non dovranno intercorrere meno di 15 giorni. Allo stesso tempo si potrá far constare nella comunicazione la data e l'ora in cui si riunirá l'Assemblea in seconda convocatoria sempre che tra la prima e la seconda convocatoria ci sia un intervallo di almeno una ora.
Articolo 20. Le Assemblee Generali, sia ordinarie che straordinarie, saranno validamente costituite in prima convocatoria quando siano presenti un terzo degli soci con diritto di voto e, in seconda convocatoria qualunque sia il numero dei soci con diritto di voto.
Gli accordi si prenderanno a maggioranza semplice dei soci presenti o rappresentati quando i voti affermativi superino quelli negativi, non essendo computabili a tal fine i voti in bianco ne le astenzioni.
Sarà necessaria una maggioranza qualificata dei soci presenti o rappresentati, che risulterá quando i voti affermativi superino la metá di questi, per:
•  Nomina del Consiglio d'Amministrazione e di amministratori.
•  Accordo per costituire una Federazione di associazioni o per integrarsi in esse.
•  Disposizione o alienazione di beni che formano parte dell'immobilizzato.
Sarà necessaria, invece, la maggioranza dei due terzi dei soci presenti o rappresentati per:
•  Modificazione dello Statuto.
•  Dissoluzione dell'entità.
Articolo 21. Sono attribuzioni dell'Assemblea Generale Ordinaria:
•  Approvare, se procede, la gestione del Consiglio d'Amministrazione.
•  Esaminare e approvare il bilancio annuale.
•  Approvare o respingere le proposte del Consiglio d'Amministrazione relative alle attivitá dell'associazione.
•  Stabilire le quote ordinarie e straordinarie.
•  Qualsiasi altra attribuzione che non sia di competenza esclusiva dell'Assemblea Straordinaria.
•  Fissare la remunerazione, se procede, dei membri degli organi di rappresentanza.
Articolo 22. Corrisponde all'Assemblea Generale Straordinaria:
•  Nomina dei membri del Consiglio d'Amministrazione. In particolare nell'elezione del Presidente si fará riferimento al procedimento descritto nell'Art.11.
•  Modifica dello Statuto.
•  Scioglimento dell'Associazione.
•  Espulsione di soci, su proposta del Consiglio d'Amministrazione.
•  Costituzione di Federazioni o integrazione in alcuna di esse.

CAPITOLO IV
CONSIGLIO GENERALE

Articolo 23. Il Consiglio Generale è un organo formato dai soci fondatori, i soci onorifici, il Presidente e gli ex-presidenti dell'Associazione.
Articolo 24. Il Consiglio Generale ha le seguenti attribuzioni:
•  Funzione consultiva: dovrá essere consultato dagli altri organi dell'associazione in assunti di straordinaria amministrazione.
•  Funzione propositiva:
•  potrá presentare iniziative e proposte al Consiglio d'Amministrazione di particolare interesse per i fini dell'Associazione;
•  dovrá proporre all'Assamblea Generale Straordianaria 3 candidati tra i quali l'Assemblea nominerá il futuro Presidente dell'Associazione.
Articolo 25. Il Consiglio Generale nomina il suo presidente ogni 4 anni. Potrá essere convocato su iniziativa del Presidente dell'Associazione, del Presidente del Consiglio Generale o su iniziativa di 1/3 dei suoi componenti.

CAPITOLO V
SOCI

Articolo 26. Potranno formar parte dell'Associazione quelle persone che abbiano interesse alla realizzazione dei fini dell'Associazione.
Articolo 27. All'interno dell'Associazione esisteranno le seguenti categorie di soci:
•  SOCI FONDATORI, coloro che partecipino all'atto di costituzione dell'Associazione.
•  SOCI ORDINARI, coloro che aderiscano all'Associazione dopo la costituzione dell'Associazione.
•  SOCI ONORARI, coloro che, per il loro prestigio o per aver contribuito in modo rilevante allo sviluppo dell'Associazione, vengano insigniti di tale distinzione. La proposta dei soci onorari corrisponderá al Consiglio d'Amministrazione mentre la nomina ufficiale será di competenza dell'Assemblea Generale.
•  SOCI SOSTENITORI, coloro che contribuiscano con una quota di, per lo meno, 3 volte quella ordinaria.
•  SOCI GIOVANILI, coloro di etá inferiore ai 30 anni e che contribuiscano con una quota ridotta del 50% rispetto alla quota ordinaria.
•  SOCI PATROCINATORI, quelle entitá con personalitá giuridica che contribuiscano con una quota annuale di almeno 6 volte la quota ordianaria.
•  SOCI BENEFATTORI, coloro che contribuiscano con una apportazione una tantum di almeno 200 volte la quota ordinaria.
Articolo 28. I soci potranno cessare per alcune delle seguenti cause:
•  per rinuncia volontaria, comunicata per iscritto al Consiglio d'Ammi-nistrazione.
•  Per inadempimento delle obbligazioni economiche, quando vengano insoddisfatte 2 quote successive.
Articolo 29. I soci avranno i seguenti diritti:
•  Partecipare alle attivitá organizzate dall'Associazione.
•  Godere di tutti i vantaggi e benefici che l'Associazione possa ottenere.
•  Partecipare alle assemblee con voce e voto.
•  Essere elettori ed eleggibili nelle cariche direttive.
•  Ricevere informazione sugli accordi adottati dagli organi dell'Associa-zione.
•  Proporre suggerimenti ai membri del Consiglio d'Amministrazione in relazione al raggiungimento dei fini dell'Associazione.
Articolo 30. I soci fondatori, ordinari, sostenitori, giovanili e patrocinatori avranno le seguenti obbligazioni:
•  Rispettare il presente Statuto e gli accordi validi dell'Assemblea e del Consiglio d'Amministrazione.
•  Pagare le quote stabilite.
•  Assistere alle assemblee e ad altri atti che si organizzino.
•  Adempiere, quando corrisponda, le obbligazioni inerenti alla carica che si occupa.
Articolo 31. I soci onorari avranno le stesse obbligazioni degli altri soci ad eccezione di quelle previste nei punti b) e d) dell'articolo precedente.
Avranno inoltre gli stessi diritti ad eccezione di quelli che figurano nei punti c) e d) dell'articolo 29, potendo assistere alle assemblee senza diritto di voto.
Articolo 32. Le risorse economiche necessarie per raggiungere i fini dell'Associazione, saranno le seguenti:
•  Le quote dei soci, periodiche e straordinarie.
•  Le sovvenzioni, legati, ereditá che potrebbe ricevere in forma legale da parte di soci o di terze persone.
•  Qualsiasi altra risorsa lecita.
Articolo 33. L'Associazione nel momento della sua costituzione é priva di fondo sociale.
Articolo 34. L'esercizio associativo ed economico sará annuale e la chiusura avrá luogo il 31 dicembre di ogni anno.

CAPITOLO VI
DISSOLUZIONE

Articolo 35. Si scioglierá volontariamente quando cosí venga stabilito dall'Assemblea Generale Straordinaria, convocata a tal effetto, con una maggioranza dei 2/3 dei soci presenti cosí come specificato nell'art.20.
Articolo 36. In caso di dissoluzione, verrá nominata una commisione liquidatrice la quale, una volta estinti i debiti e, se esistesse un rimanente liquido, lo destinará a fini accordi alla natura non lucrativa dell'Associazione.
DISPOSIZIONE ADDIZIONALE
Per tutto quanto non previsto nel presente Statuto si applicherá la legge spagnola in vigore del 22 marzo 2002 nº1 che regola il diritto di associazione e le disposizione complementari.

 

     
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
     
 
cultoemedia
 
 
     
 
 
     
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
     
 
cultoemedia